Avvisi

19 Settembre 2022

Comunità Europea dello Sport 2024, presentato il progetto Flegra 2024

Uniti nel segno dello Sport (soprattutto), della Cultura e della Natura: i sei comuni dell’isola di Ischia, cui si aggiungono Bacoli e Monte di Procida, questa mattina hanno completato l’iter di presentazione del dossier di candidatura a Comunità Europea dello Sport per il 2024, ambito riconoscimento ACES che premia i territori a vocazione sportiva che sappiano realizzare progettualità inclusive e di ampio respiro.

I Commissari ACES hanno valutato, nella giornata di venerdì, sabato e domenica, i territori coinvolti in questo progetto compiendo un vero e proprio tour completo tra strutture sportive e luoghi di interesse, entrando in contatto con la realtà viva e pulsante del mondo associazionistico nostrano.

Partendo da Bacoli, i commissari hanno visitato palestre e campi, campetti e “mezze lune” anche a Monte di Procida fino ad arrivare all’isola di Ischia, un itinerario particolare e molto suggestivo scandito dai sorrisi, belli e spontanei, dei ragazzi intenti ad allenarsi nei nostri incantevoli luoghi, come ad esempio il piazzale del Soccorso trasformato in un grande tatami a cielo aperto.

Il progetto “Flegra 2024” unisce tutti gli aspetti peculiari dei nostri territori, utilizzando come filo conduttore lo Sport, ma anche l’inclusività, la salute e la cultura, tutti aspetti che ci rendono unii nel mondo. A supporto di questa candidatura sono giunte moltissime lettere da parte di Federazioni nazionali ed internazionali, Enti e sportivi di ogni età, a rimarcare la valenza di un progetto del genere per le nostre latitudini, importante sia da un punto di vista sociale che economico.

La delegazione Italia Aces Europe renderà noti i risultati di queste valutazioni al termine delle visite presso tutte le comunità candidate per l’annualità 2024.

Ricordiamo che tra i partner dell’iniziativa vi sono, oltre ACES, anche Istituto per il Credito Sportivo, ANCI e Panathlon International

GLI INTERVENTI IN CONFERENZA

On. Giosi Ferrandino (Eurodeputato): “Il territorio flegreo crede molto nello sport e in cosa un evento del genere può dare ai territori. Lo sport incentiva la cura del benessere, della salute e del territorio, ma non solo. Fare sport su un’isola e incentivare questa pratica dall’infanzia fino ad arrivare alla terza età, credo sia di importanza sempre crescente soprattutto nei nostri territori. Conoscono la caparbietà dei nostri sindaci e, posso garantirvi, che manterranno tutti gli impegni presi al fine di promuovere lo sport a 360 gradi per il benessere dei cittadini, senza perdere di vista il Green Deal e l’importanza dell’ecosostenibilità.”

Francesco Del Deo (Sindaco di Forio e Presidente ANCIM): “In qualità di Sindaco del Comune Capofila, colgo l’occasione per ringraziare tutti i componenti della Commissione ACES, nonché i delegati ACES e del Credito Sportivo. Noi crediamo molto in questa comunità europea dello sport e ringrazio i sindaci che insieme a me hanno voluto dare forza a questo progetto. La particolarità di questo evento è che abbiamo avuto una partecipazione diversa rispetto al passato, una partecipazione che rimarca la collaborazione non solo tra i sindaci dell’isola ma anche con i sindaci di Bacoli e Monte di Procida, oltre che con l’associazionismo dei nostri territori.

Una collaborazione che crea una rete dalle grandi potenzialità tutte da cogliere.

Lo Sport crea economia, una economia sana e noi crediamo molto in questa candidatura per entrare in questa rete molto importante composta da sport e non solo. Mi riferisco ad un turismo nuovo, ad una economia valida per i nostri territori tutto l’anno.”

Vincenzo Lupattelli (Presidente ACES Italia): “Abbiamo avuto modo di vedere i territori da vicino e ringrazio tutti per l’ospitalità. In ogni comune ci siamo sentiti supportati e vicini. L’importante in queste iniziative è saper fare rete e noi l’abbiamo vista in questi territori.

Questa Comunità è praticamente unica in quanto unisce ciò che divide il mare, non esiste in Europa una Comunità candidata che abbia questa peculiarità.

Per quanto riguarda i tempi per il conferimento del Premio, sono molto brevi in quanto dovremo ancora visitare due comunità candidate e poi comunicheremo gli esiti.”

Si ricorda che l’iniziativa Delegazione Italia ACES Europe vede tra i suoi partner anche l’Istituto per il Credito Sportivo, ANCI e Panathlon International.

LA CARTELLINA STAMPA

FLEGRA 2024 – LA COMUNITA’

La Comunità Europea dello Sport 2024 è composta dai sei Comuni dell’isola d’Ischia (Forio, Barano d’Ischia, Casamicciola Terme, Ischia, Lacco Ameno e Serrara Fontana) insieme ai Comuni della costa vicina di Bacoli e Monte di Procida.

FLEGRA 2024 – IL NOME

La nostra comunità è situata all’estremità occidentale del Golfo di Napoli e possiamo di certo definirla un territorio di confine, in quanto in rapporto alla sua superficie, ha tantissimi chilometri di costa e questi rappresentano di per sé un confine tra terra e mare. La storia, però, ci ha insegnato che nei luoghi di confine, in quanto luoghi d’incontro, accadono spesso eventi che ne cambiano il corso.

Le motivazioni del nome Flegra sono legate al richiamo dell’area flegrea di cui facciamo parte ma anche perché poeti e mitografi attribuirono l’appellativo a quest’area, senza precisa ubicazione, teatro della gigantomachia.

Per noi, Flegra è un “arcipelago” di isole e promontori costieri, formato da una comunità unita da uno spirito amicale che trova la sua massima espressione nelle attività sportive e nella passione per il mare.

I sei comuni dell’isola d’Ischia, ispirati dal libro di Italo Calvino, le città invisibili, ed in particolare, alla sua città di confine, hanno voluto incontrare i due comuni dell’area flegrea, per disegnare una nuova mappa dei luoghi d’amicizia dello sport e per lo sport.

Data la vicinanza al mare, ben visibile anche dai promontori, il progetto è incentrato sugli sport del mare ed è volto a ridisegnare la geografia dei luoghi moltiplicando le dimensioni dello sguardo e della percezione, per passare da una visione del territorio con identità chiuse ad una visone di identità in metamorfosi, dove vivono in armonie le memorie del passato pronte a progettare il futuro. Il mare e il luoghi del mare aprono nuovi cantieri della mente poggiati sullo sport come laboratori ‘i incontro, ed i cantieri diventano laboratori membrana di ricerca creativa. I laboratori per aprire la mente si aprono per vedere i nuovi colori del noto e del non conosciuto fino a tentare di ridisegnare, di riscrivere, di riascoltare la città senza confini precisi, arcipelago in movimento che potrà chiamarsi Flegra.

Le guerre per i confini, che ci stanno coinvolgendo, stanno oscurando la nostra capacità di guardare al futuro mentre abbiamo bisogno di riconoscere il nuovo Atlante di città da immaginare e costruire (vedi Maria Blasi e la sua scuola di Mnemosyne). Il Progetto di Comunità in Amicizia potrà diventare una delle città del mondo che raccontano della diversità esponenziale di altre città tutte in rete con un ideale di concordia basato su paesaggi di nuova identità a civiltà plurale.

FLEGRA 2024 – LA VISIONE DI PROGETTO

Il filo conduttore: il Progetto di Comunità europea dello sport coinvolge i sei Comuni dell’isola d’Ischia Forio, Barano d’Ischia, Casamicciola Terme, Ischia, Lacco Ameno e Serrara Fontana insieme ai Comuni della costa vicina di Monte di Procida e Bacoli. Parliamo nel complesso di un territorio che è molto antropizzato ma al tempo stesso con uno straordinario patrimonio storico e naturalistico. Il turismo costituisce la principale attività del territorio ma si tratta principalmente di un turismo balneare per cui il territorio presenta un notevole potenziale inespresso proprio sul turismo culturale, naturalistico e sportivo.

Per quanto riguarda lo sport il territorio presenta un’interessante dotazione infrastrutturale che tuttavia va aggiornata e in alcuni casi potenziata. Parliamo, ovviamente, di un territorio che poco si presta a grandi impianti per i tanti vincoli paesaggistici vigenti.

La strategia che intendiamo percorrere è, invece, quella di investire sugli sport outdoor, sfruttando al massimo le peculiarità del nostro territorio. Dalla nostra,c’è sicuramente il clima che consente di praticare lo sport outdoor 12 mesi l’anno. Parliamo poi di attività che non deturpano ma esaltano la bellezza del territorio e la cui pratica sensibilizza la popolazione alla salvaguardia dello stesso. La pratica di sport outdoor consentirebbe un notevole aumento della qualità della vita e del benessere della popolazione e per ultimo darebbe un grande contributo a diversificare e destagionalizzare l’offerta turistica. Ultima considerazione è che la nostra comunità è divisa e al tempo stesso unita dal mare; un tratto di mare situato all’estremità occidentale del Golfo di Napoli con una grandissima tradizione nel settore degli sport nautici e acquatici; un tratto di mare la cui valorizzazione consentirebbe anche una maggiore integrazione e coesione tra le popolazioni dei nostri comuni.

FLEGRA 2024 – L’AGENDA PER IL 2023

Definitivo rilancio dello sport dopo la pandemia: il settore dello sport e quello turistico sono stati tra i più colpiti dall’emergenza pandemica. I nostri territori hanno sofferto particolarmente vista la forte dipendenza dal settore turistico inoltre lo sport ha visto accentuarsi l’isolamento dovuto alla difficoltà nei collegamenti. Il progetto FLEGRA2024 è una grande occasione non solo per recuperare rapidamente questo gap ma anche per superare i livelli pre-crisi pandemica del nostro settore sportivo e non solo.

Attuare una grande campagna di promozione per aumentare il numero dei praticanti: l’obiettivo è quello di partire da settembre 2022 con una grande campagna di “reclutamento” di nuovi sportivi in occasione della settimana europea dello sport che si tiene ogni anno dal 23 al 30 settembre. Saranno previsti degli open Day in cui sarà possibile provare più discipline sportive tramite una sinergia tra Comuni, ASD e istituti scolastici di ogni grado. Dovrà essere rivolto agli aspiranti sportivi di tutte le età e diventare un appuntamento fisso da ripetere ogni anno.

Pieno appoggio al programma di tutta la comunità al programma MDP2023: Il progetto di Monte di Procida prevede di per sé di attuare un programma che va oltre i confini geografici del Comune, il concetto di “Comunità” potrà pertanto essere già sperimentato e sviluppato in quest’occasione. Appare quindi scontato dare pieno appoggio e partecipazione al programma di MDP2023 sia per solidarietà di tutti i nostri comuni verso gli amici montesi ma sia anche perchè questo progetto se ben attuato può essere per tutta l’area un’occasione di crescita del settore sportivo e di tutta l’economia di quest’area.

Portare a buon fine la candidatura dell’isola d’ischia ai Giochi del Mare: Nel 2020 l’associazione Edon Ischia ha portato avanti una candidatura per ospitare questa manifestazione multisportiva organizzata dalla FIPSAS con il contributo di altre federazioni che sul modello olimpico vuole riunire in un’unica manifestazione una serie di eventi di sport legati al mare e alla spiaggia: subacquea, pesca sportiva, beach volley, vela, tennis da tavolo e tanti altri. La FIPSAS ha dato parere favorevole alla candidatura ed ha iniziato l’iter per la ricerca dei fondi necessari.

IL PROGRAMMA DEL 2024….WORK IN PROGRESS

Il Progetto FLEGRA 2024 deve essere di stimolo per tutto il territorio a migliorarsi. Nell’analisi precedente abbiamo visto i vantaggi socio-economici che il progetto può portare alla comunità, a questo punto dobbiamo chiederci come possiamo strutturare il progetto in modo da massimizzare questi vantaggi?

Il primo obiettivo dev’essere quello di riuscire a coinvolgere tutti gli stakeholder del territorio e a far sì che tutti traggano benefici dall’iniziativa, questo tuttavia è facile a dirsi ma difficile a realizzarsi.

Per riuscirci possiamo provare a fare un primo ragionamento dividendo i benefici per la comunità in due gruppi:

VANTAGGI TANGIBILI

incremento del fatturato degli operatori del comparto sportivo

incremento della presenze turistiche sia in qualità che in quantità

incremento del fatturato degli operatori turistici

allungamento della stagione turistica

stimolo a maggiori investimenti in infrastrutture sportive e altro e alla relativa ricerca di fonti di finanziamenti (partecipazioni a bandi ecc)

VANTAGGI INTANGIBILI

maggiore inclusione

aumento del senso di appartenenza alla comunità

aumento della salute e del benessere collettivo

aumento dell’immagine del territorio

In questa classificazione sommaria intendiamo per vantaggi tangibili quelli direttamente percepibili dagli stakeholder del territorio. Tuttavia la presenza di vantaggi tangibili è presupposto necessario ma non sufficiente a far sì che l’opinione pubblica sia soddisfatta del progetto e che quindi l’investimento nello sport sia sostenibile nel lungo periodo. Un classico esempio di questo problema si ha negli eventi sportivi dove gli organizzatori sostengono i costi ma i ricavi spesso vanno all’indotto (alberghi, ristoranti, esercizi commerciali ecc.) ma il vero problema è che l’aumento dei ricavi (specie quelli di lungo periodo) non è direttamente collegabile all’evento per cui l’opinione pubblica tende a sottovalutarne l’importanza.

Sarà necessario creare entusiasmo e partecipazione per il progetto FLEGRA 2024  comunicando i possibili vantaggi dell’investire nello sport a tutti gli stakeholder. La comunicazione dovrà essere differenziata. Una possibile classificazione potrebbe essere

operatori del comparto turistico: strutture ricettive ristoranti operatori del commercio ecc.

operatori del settore sportivo

sportivi amatoriali praticanti e potenziali praticanti

sportivi agonisti

operatori del settori scolastico, sanitario e sociale

Il secondo punto fondamentale è che “Flegra” vuole essere una comunità aperta con un continuo scambio con le realtà locali nazionali e internazionali. Per definire la strategia di relazioni esterne si prevede di definire i seguenti ambiti.

Ambito locale qui si fa riferimento ai comuni limitrofi come Procida, Capri, Pozzuoli, Napoli, tenendo conto anche della candidatura di Napoli a Capitale Europea dello Sport 2026, che per noi è una grande opportunità per dare continuità al nostro progetto. Ovviamente in questo ambito sono da includere la regione Campania, le società sportive, il CONI Campania e i comitati regionali delle federazioni.

Ambito nazionale sarà importante tenere costanti rapporti con le federazioni sportive alcune delle quali hanno espressamente appoggiato il nostro progetto.

Ambito internazionale rientrano i rapporti con Consolati stranieri, comuni stranieri gemellati,partenariati internazionali tra associazioni locali, clubs e società sportive straniere anche finalizzati alla partecipazione a progetti europei.

Il terzo punto è il perseguimento di tutti quegli obiettivi dettati dal manifesto Aces Europa e previsti anche per il progetto MDP 2023

Divertimento con l’esercizio fisico;

disponibilità a raggiungere gli obiettivi;

rafforzare il senso di appartenenza alla comunità;

Imparare il fair play;

Migliorare la salute.

promuovere attività di volontariato, l’inclusione sociale e le pari opportunità nello sport

aumentare la consapevolezza dei benefici dell’attività fisica per la salute

aumentare la quantità e la qualità degli sportivi.

Il quarto punto sono le competenze: sarà importante incentivare la partecipazione di tecnici e dirigenti locali a intraprendere percorsi formativi e anche attrarre personale da altri territori. Questo è uno degli aspetti che può generare un cosiddetto circolo virtuoso: più crescono le competenze complessive, più si genera valore all’interno della comunità che diventa attrattiva anche per i talenti esterni e si creano nuovi stimoli ad accrescere le competenze interne.

PROGETTI, EVENTI E ALTRO PER IL 2024

LO SPORT PER TUTTI: CONTRO OGNI BARRIERA ARCHITETTONICA E SOCIALE

Nel 2023 il Comune di Monte di Procida vuole rafforzare in primis gli interventi a favore del sociale e quindi garantire ed implementare le attività motorie e sportive per tutti coloro che sono affetti da disabilità. Questo intento è condiviso da tutti gli attori del progetto Flegra quindi anche per il 2024 e oltre. Il baskin è sicuramente un progetto già attivo, essendo presente sull’isola d’Ischia. Anche nella motonautica, la vela, l’atletica leggera e nel calcio abbiamo esperienze e competenze per elaborare nuovi progetti o sviluppare quelli esistenti rivolti ai diversamente abili.

IL TREKKING CONTRO LE MALATTIE CARDIOVASCOLARI

Per Monte di Procida è previsto un programma di percorsi di trekking dedicato agli over 65; un progetto condivisibile ed estendibile ai sentieri bacolesi e ischitani. L’attività motoria lenta è ideale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Questi trekking possono svolgersi anche alternando percorsi immersi nella natura con percorsi urbani per una completa conoscenza del territorio anche dal punto di vista storico ed artistico

GIRLS FOOTBALL: IL PROGETTO CHE COMBATTE LE DISCRIMINAZIONE DI GENERE

Lo Sport inteso come inclusione sociale ma anche come lotta alle discriminazioni di genere: il Comune di Monte di Procida nel 2023 vuole lanciare un importante progetto dedicato al calcio femminile. Il programma del 2023 prevede già il coinvolgimento di tutto il territorio flegreo. Si tratta si un progetto a lungo termine e pertanto sarà parte integrante anche del programma “Flegra 2024” con il comune di Monte di Procida che manterrà il ruolo di capofila

MOMENTI FORMATIVI SUL BENESSERE PSICOFISICO

Lo sport è anche una filosofia di vita che va sviluppata con momenti formativi aperti a tutti: per questa ragione si avvieranno dei seminari volti alla divulgazione delle best practices del benessere. Abbiamo intenzione di stilare un calendario di webinar con esperti del settore della nutrizione e medici per fare informazione su quelli che sono i corretti stili di vita, anche alimentari.

GIORNATE DELLA PREVENZIONE

Si dice che prevenire sia meglio che curare, per questa ragione saranno svolti degli incontri periodici, con cadenza mensile, con medici specializzati per l’analisi di determinati valori: svolgeremo delle giornate della prevenzione volte a sensibilizzare concretamente i cittadini attraverso visite gratuite on the road. Giornate dedicate al diabete, al cuore, alla prevenzione oncologica tiroidea, senologica, prostatica, del colon retto. Giornate dedicate anche ai disturbi alimentari con psicologi e psicoterapeuti.

AMARTEA E LE ISOLIMPIADI

Nel 2024 continuerà la collaborazione con l’Associazione Amartea, nata già per il progetto MDP 2023. L’idea è quella di svolgere un’edizione “Giochi Isolimpici Napoletani” nel territorio Flegreo. La rievocazione storica degli antichi giochi di Neapolis sono perfetti per uno sviluppo di un turismo sportivo che non sia fine a sé stesso ma che faccia da traino anche per gli ambiti culturali.

Altri progetti sono stati pensati espressamente nell’ambito del progetto “FELGRA2024”:

IL MARE D’INVERNO

Tutti i comuni della nostra comunità hanno molti km di costa ma, come detto, il mare spesso è vissuto solo per i bagni estivi. Questo progetto ha dunque l’obiettivo di avvicinare la cittadinanza al mare attraverso la pratica degli sport acquatici e nautici. Ogni comunità deve infatti valorizzare al massimo le risorse a propria disposizione e il mare per noi è una grande risorsa fruibile dodici mesi l’anno. Riuscire nel progetto vuol dire migliorare la qualità della vita dei cittadini, tenere i giovani lontani dalla diversivi dannosi e trarre dal mare energie positive.

PEDALANDO E NAVIGANDO NELLA STORIA

Il progetto vuole creare un itinerario tra cicloturismo e vela che unisca i principali attrattori storico-culturali del territorio. Prevede di creare un network di strutture ricettive che si organizzino per l’assistenza e il soggiorno dei cicloturisti. Gli impianti dovranno essere collocati in prossimità dei principali attrattori storico-culturali. Il tratto di mare sarà percorso o attraverso le normali linee di trasporto marittimo o preferibilmente in barca a vela coinvolgendo nel progetto le associazioni e i circoli velici del territorio.

GLI ENTI E LE FEDERAZIONI SPORTIVE A SUPPORTO DELLA CANDIDATURA

Deputato Parlamento Europeo – Giuseppe Ferrandino

Deputato Parlamento Europeo – Brando Benifei

Regione Campania Assessorato alla Scuola, Politiche Sociali e Politiche Giovanili – Lucia Fortini

Coni Campania – Sergio Roncelli

Coji – Pierre Santoni

Università degli studi di Napoli Parthenope – Direttore del Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi – Prof. Claudio Porzio

Federazione Italiana Canottaggio – Giuseppe Abbagnale

Federazione Ginnastica d’Italia – Cav. Gerardo Tecchi

Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee e Nuoto Pinnato – Ugo Claudio Matteoli

Federazione Italiana Sport Rotellistici – Sabatino Aracu

Federazione Italiana Triathlon – Simone Biava

Federazione Italiana Vela – Francesco Ettore

ASD Cestistica Isola d’Ischia – Maria D’Ambra

Area Marina Protetta Regno di Nettuno – Antonino Miccio

Fitarco Campania – Domenico del Piano

Italian Open Water Tour – Angelo Maggio

Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali – Sandrino Porru

I PERSONAGGI DELLO SPORT A SUPPORTO DELLA CANDIDATURA

Sandro Cuomo – Commendatore della Repubblica Italiana, Olimpionico di scherma

Patrizio Oliva – Campione di pugilato

Franco Porzio – Campione ex pallanuotista

Enrico Buonocore – Ex calciatore professionista

Emanuele Padoan – Capocannoniere nazionale italiana calcio amputati

Caterina Mattera – Giocatrice professionista di basket

Francesco Messori – Calciatore, fondatore e capitano della nazionale Calcio Amputati

Giovan Giuseppe Di Meglio – Ex calciatore professionista

Franco Brienza – Calciatore professionista

Michele Scotto d’Abusco – Ex ciclista professionista

Giuseppe Taglialatela – Ex calciatore professionista

Renzo Vergnani – Allenatore Nazionale Calcio Amputati

Giovanni Iacono – Campione di Bodybuilding

Vittorio Landolfi – Velista

Maria Quarra – Velista

Fabrizio Pagani – Campione apnea per disabili

Giovanni Sasso – Paralimpico a Rio 2016, campione italiano paratriathlon 2013 2014, attualmente gioca nella nazionale calcio amputati

IL COMITATO PROPONENTE

Francesco Del Deo

Sindaco Comune di Forio – Capofila

Giosi Ferrandino

Deputato al Parlamento Europeo

Josi Gerardo Della Ragione

Sindaco Comune di Bacoli

Dionigi Gaudioso

Sindaco Comune di Barano d’Ischia

Simonetta Calcaterra

Commissario Prefettizio

Comune di Casamicciola Terme

Vincenzo Ferrandino

Sindaco Comune di Ischia

Giacomo Pascale

Sindaco Comune di Lacco Ameno

Giuseppe Pugliese

Sindaco Comune di Monte di Procida

Irene Iacono

Sindaco Comune di Serrara Fontana

Filippo D’Arrigo

Presidente Ass. Edon Ischia

I COMMISSARI ACES

    Vincenzo Lupattelli – Presidente ACES Italia

    Debora Miccio –  Responsabile Direzione Commerciale e Marketing Istituto per il Credito Sportivo

    Sabrina Gastaldi – Capo Area Istruzione e Sport ANCI

    Francesco Schillirò – Governatore Panathlon Area Campania

    Giovanni Resta – Professore Università La Sapienza e Europrogettista

OSPITI DELLA CONFERENZA STAMPA

Sindaco di Forio – Francesco Del Deo

Sindaco di Bacoli – Josi Gerardo della Ragione

Sindaco d Barano d’Ischia – Dionigi Gaudioso

Sub Commissario Straordinario di Casamicciola Terme – Carlo Salvia

Consigliere Comunale di Ischia – Luigi Di Vaia

Sindaco di Lacco Ameno – Giacomo Pascale

Sindaco di Monte di Procida – Giuseppe Pugliese

Sindaco di Serrara Fontana – Irene Iacono

Deputato Parlamento Europeo – Giuseppe Ferrandino

Vincenzo Lupattelli – Presidente ACES Italia

Sabrina Gastaldi – Capo Area Istruzione e Sport ANCI

Francesco Schillirò – Governatore Panathlon Area Campania

Giovanni Resta – Professore Università La Sapienza e Europrogettista

Mauro Brancaccio – Delegato ACES Italia Regione Campania

Giuseppe Ranieri – Delegato Territoriale dell’Istituto per il Credito Sportivo

Comunità Europea dello Sport 2024, presentato il progetto Flegra 2024

Ultimi articoli

Tributi 23 Settembre 2022

Dichiarazione imposta di soggiorno: le Faq del DEF

Dichiarazione imposta di soggiorno: le Faq del DEF Il MEF – dipartimento Finanze ha pubblicato diverse Faq in merito alla compilazione della dichiarazione dell’imposta di soggiorno, relativa agli anni d’imposta 2020 e 2021, che deve essere presentata entro il 30 settembre 2022.

torna all'inizio del contenuto