AVVISO PUBBLICO RIVOLTO A ENTI PUBBLICI E PRIVATI CHE INTENDONO REALIZZARE ATTIVITA PREVISTE DALL’ ART. 42 DEL DECRETO-LEGGE N. 48 DEL 04.05.2023 ORGANIZZAZIONE EGESTIONE DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I ERAGAZZE/I, DAI 3Al 17 ANNI. Delibera di G.M. n. 108 del 05.07.2023 (Determinazione n. 993 del 12.07.2023)

AVVISO PUBBLICO RIVOLTO A ENTI PUBBLICI E PRIVATI CHE INTENDONO REALIZZARE ATTIVITA
PREVISTE DALL’ ART. 42 DEL DECRETO-LEGGE N. 48 DEL 04.05.2023 ORGANIZZAZIONE EGESTIONE
DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I ERAGAZZE/I, DAI 3Al 17 ANNI.
Delibera di G.M. n. 108 del 05.07.2023
(Determinazione n. 993 del 12.07.2023)

PREMESSA

Visto il decreto-legge 4 maggio 2023, n. 48, che prevede, all’articolo 42 , l’istituzione di un Fondo per le attività socio-educative a favore dei minori presso lo stato di previsione della spesa del Ministero dell’economia e delle finanze, per il successivo trasferimento al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche della famiglia, con una dotazione pari a 60 milioni di euro per l’anno 2023, destinato al finanziamento di iniziative dei comuni da attuare nel periodo 1° giugno – 31 dicembre 2023, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, finalizzate al potenziamento dei centri estivi, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa che svolgono attività a favore dei minori.

Dato atto che, come per le precedenti annualità, a tale disposizione legislativa farà seguito (art. 42 comma 2) apposito decreto del Ministro delegato alla famiglia, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa intesa in sede di conferenza Stato, città ed autonomie locali, di riparto, tra i comuni interessati, esclusi quelli che hanno espresso di non volersi avvalere del citato finanziamento;

Rilevato che anche per l’anno corrente, è volontà di questo comune partecipare ed utilizzare le risorse che il prossimo decreto ministeriale andrà a quantificare ed attribuire e al fine di offrire alle famiglie e ai bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni residenti nel comune di Forio, opportunità per favorire l’accesso a un servizio educativo, didattico e ricreativo di qualità mediante la partecipazione ad attività ricreative, ludico e sportive, arricchite da esperienze creative ed educative,  fornendo un tangibile contributo di carattere economico alle famiglie con figli che hanno la necessità di un sostegno concreto per conciliare i tempi di vita e di lavoro, in special modo delle donne e delle famiglie ove entrambi i genitori sono occupati in attività lavorativa anche stagionale così come da indirizzi di cui alla Deliberazione di G.M. n. 108. del 05.07.2023;

Visto l’elenco provvisorio dei comuni beneficiari del finanziamento per i centri estivi 2023 pubblicato sul sito del Dipartimento per le Politiche della Famiglia da cui si evince che il Comune di Forio risulta al momento assegnatario dell’importo di € 19.674,77;

Viste Linee operative pubblicate il 22 giugno 2023 dal Dipartimento per le politiche della famiglia che tra l’altro curerà il monitoraggio circa l’utilizzo delle risorse ripartite, con cui sono state fornite alcune indicazioni operative sulle spese ammissibili:

  1. Acquisizione di beni e servizi, strumentali agli interventi da realizzare;
  2. Sottoscrizione di atti (protocolli, intese convenzioni ecc.);
  3. Realizzazione di interventi (ristrutturazioni di immobili, riorganizzazioni di spazi dedicati alle attività);
  4. Elargizione di contributi economici alle famiglie;

PRECISATO CHE le attività previste dal presente avviso sono subordinate alla ripartizione e alla successiva erogazione dei finanziamenti sulla base del decreto del Ministro delegato per la famiglia di concerto con MEF, con l’elenco dei beneficiari delle risorse che sarà approvato previa Intesa in conferenza Stato – Città, tenuto conto dei dati ISTAT relativi alla popolazione minorenne sulla base dell’ultimo censimento della popolazione residente.

Al fine di dare attuazione a quanto stabilito dal Comune di Forio con Deliberazione di G.M. n. G.M. n. 108. del 05.07.2023:

 –       di prendere atto delle disposizioni impartite dall’ art. 42 del D.L. 04.05.2023, n. 48 per la realizzazione di attività socio-educative a favore di minori da attuare in collaborazione con enti pubblici e privati, finalizzate al potenziamento dei centri estivi, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzioni educativa e ricreativa;

–        di precisare che, nelle more della emanazione del relativo decreto ministeriale di riparto delle risorse finanziarie, è opportuno provvedere alla pubblicazione dell’avviso pubblico, al fine di promuovere la libera iniziativa dei soggetti coinvolti dalla citata normativa per la realizzazione delle attività in questione, nel periodo estivo e seguente, indicativamente dal 15 luglio al 30 settembre 2023, salvo necessità di prolungamento, nei limiti temporali individuati dal Ministero e per le quali, nei limiti delle risorse assegnate con il suddetto decreto, e con le risorse aggiuntive di cui al FSC 2022 art. 1 della Legge 178 del 30 dicembre 2020 “Obiettivi di servizio per i servizi sociali e modalità di monitoraggio e di rendicontazione delle risorse aggiuntive per i Comuni delle Regioni a statuto ordinario – Anno 2022“, residue rispetto a quanto stabilito con Deliberazione di G.M. n.188 del 24.10.2022 e pari ad € 25.565,65;

–        di approvare gli indirizzi per l’organizzazione dei Centri estivi o di servizi socioeducativi territoriali e centri con funzione educativa e ricreativa per i minori nella fascia d’età dai 3 ai 17 anni;

ATTESO che questo Ente non è in grado di poter organizzare i centri estivi ricreativi, ma può ovviare a ciò attraverso l’erogazione di un contributo in favore delle famiglie che intendono avvalersi per i propri figli dei Soggetti (organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato iscritti nel registro unico nazionale del Terzo settore, Enti pubblici e privati, altri soggetti che perseguano finalità educative, ricreative e/o sportive, socio-culturali a favore di minori) che si renderanno disponibili ad organizzare, anche in collaborazione tra loro e con i soggetti pubblici del territorio (es. Istituzioni scolastiche) le attività e lo svolgimento dei predetti centri o di servizi socioeducativi territoriali e centri con funzione educativa e ricreativa per i minori durante il periodo estivo e secondo l’arco temporale riconosciuto dal Ministero ovvero entro il 31.12.2023, come da Linee operative sull’ammissibilità della spesa pubblicate il 22 giugno 2023, viene stabilito di indire procedura pubblica per l’individuazione di soggetti interessati all’organizzazione e gestione delle predette attività, o mediante la sottoscrizione di un accordo di coprogettazione e apposita convenzione, per cui il Comune si impegna a trasferire parte delle risorse per la realizzazione delle attività o che si rendano disponibili ad accettare i buoni servizio che saranno concessi alle famiglie residenti nel comune di Forio in seguito alla pubblicazione di apposito Bando, usufruibili presso i Centri estivi che saranno iscritti in apposito elenco, riservandosi di procedere successivamente alla distribuzione delle risorse da attribuire alle attività innanzi indicate, sulla base del contributo assegnato all’Ente;

Visto tutto quanta sopra richiamato;

SI RENDE NOTO

  1. OGGETTO

Il presente avviso ha come oggetto l’individuazione di soggetti interessati alla organizzazione di attività educative e/o sportive e/o ludiche e/o ricreative (Centri estivi) rivolte a bambine/i e ragazze/i, normodotati e diversamente abili, dai 3 ai 17 anni, da realizzarsi nel periodo estivo, indicativamente dal 15 luglio al 30 settembre 2023, salvo necessità di prolungamento, nei limiti temporali individuati dal Ministero e disponibili alla sottoscrizione di un accordo di coprogettazione (art. 55 CTS D.lgs n. 117 del 3 luglio 2017) o all’iscrizione nell’elenco dei comunale dei Centri estivi e disponibili ad accettare i buoni servizio che saranno concessi alle famiglie interessate in seguito alla pubblicazione di apposito Bando.

Il servizio di centri estivi e dei centri con funzione educativa e ricreativa per minori si configura come una serie di attività̀, che si realizzano nel periodo estivo e/o in altri periodi di sospensione dell’attività̀ scolastica e dei servizi educativi, volte ad organizzare il tempo libero dei bambini/e dei ragazzi/e in esperienze di vita comunitaria per favorire la socializzazione, lo sviluppo delle potenzialità̀ individuali, l’esplorazione e la conoscenza del territorio, nonché́ assolvere al tempo stesso anche una funzione sociale, a contenuto pedagogico ricreativo, indirizzando l’intervento prioritariamente a quelle famiglie con maggiori necessità in termini di reddito e di organizzazione della vita familiare;

Considerato inoltre, che la finalità dei centri estivi diurni e dei centri con funzione educativa e ricreativa è anche la continuità del momento educativo e che gli stessi sono idonei a:

–     offrire attività rivolte a minori presenti sul territorio attraverso una proposta articolata e, al tempo stesso omogenea e coerente, di alto profilo qualitativo e con carattere significativo;

–     far sperimentare esperienze, momenti di crescita personale e collettiva e opportunità che il territorio può offrire;

–     consentire ai ragazzi di trascorrere parte delle vacanze scolastiche con i coetanei impiegando il tempo in attività coinvolgenti, in grado di sviluppare le capacità socializzanti dei bambini anche al di fuori della famiglia e della scuola;

–     conservare e promuovere le autonomie personali dei bambini e dei ragazzi dei minori e dei minori con disabilità riconosciute e con disturbi dello spettro autistico;

–    di promuovere lo studio delle materie STEM;

Potranno essere accolti più progetti al fine di garantire la copertura dell’intero periodo considerato nonché un’offerta diversificata anche relativamente alle esigenze dei minori con disabilità;

2 – SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE

Il presente Avviso si rivolge a:

Enti del terzo settore (D.lgs.117/2017 e ss. modifiche ed integrazioni) ed in particolare:

>Le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi, ed iscritti nel registro unico nazionale del Terzo settore;

>Enti pubblici e privati;

>Altri soggetti che perseguano finalità educative, ricreative e/o sportive, socio-culturali a favore di minori.

3- REQUISITI

Per l’iscrizione nell’elenco dei Centri estivi disponibili ad accettare i buoni servizio o per la partecipazione alla co-progettazione e conseguente sottoscrizione di apposita convenzione sono richiesti i seguenti requisiti:

  1. A seconda della tipologia del soggetto:
  2. (per gli Enti terzo settore), iscrizione al Registro Unico nazionale del terzo settore (RUNTS) previsto dal D.Lgs 117/2017 (artt 45 e ss.) ed istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali; ai sensi dell’art. 101 commi 1 e 3 della citata norma, fino all’operatività del Registro Unico, continuano ad applicarsi le norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall’iscrizione degli enti nei Registri Onlus, Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale, e pertanto, nelle more, il requisito dell’iscrizione si intende soddisfatto attraverso la loro iscrizione ad uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore;
  3. Iscrizione al Registro delle imprese artigiane presso la camera di Commercio, industria, Artigianato, Agricoltura (CC.I.A.A.),
  4. Se Cooperative, oltre all’iscrizione alla CCIAA di cui al punto b), iscrizione all’apposito Albo ai sensi del DM 23/06/2004;
  5. Possesso di esperienza almeno di n. 2 anni nel settore di attività oggetto del presente avviso pubblico e/o anche presso P.A., da attestare mediante autocertificazione in cui siano indicati i principali servizi prestati, corredati da date e località.
  6. Perseguire finalità di tipo educative, socio culturale, ricreativo e/o sportivo a favore di minori.

4- UTENZA

Tutte le attività dovranno essere organizzate secondo il modello organizzativo di cui al punto 6) dell’Avviso e sono rivolte ai/alle bambini/e ed adolescenti, normodotati e diversamente abili (anche con disturbi dello spettro autistico), residenti nel Comune di Forio, e dovranno essere organizzate in gruppi omogenei rispettando le seguenti fasce d’età:

– 3/5 anni: prevedendo il rapporto di un operatore ogni 5 bambini (età non inferiore ai 3 anni compiuti);

– 6/11 anni: prevedendo il rapporto di un operatore ogni 7 bambini;

– 12/17 anni: prevedendo il rapporto di un operatore ogni 10 ragazzi

Per bambini con particolari disabilità certificate il rapporto di un operatore ogni bambino/ragazzo (fascia d’età 3/17 anni);

5- DURATA LUOGO E PERIODO DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA’

Le attività dovranno svolgersi nel territorio comunale e/o territori limitrofi e saranno programmabili nel periodo dal 15 luglio al 30 settembre 2023, salvo necessità di prolungamento, nei limiti temporali individuati dal Ministero e dovranno rispettare le seguenti caratteristiche:

-orario giornaliero di almeno 5 ore continuative (da organizzarsi a seconda delle attività nella fascia oraria tra le ore 8.00 alle ore 20,00), per almeno 6 giorni a settimana, con eventuale somministrazione di pasti;

– dovranno prevedere lo svolgimento di attività ricreative, sportive, educative prevedendo, la suddivisione per gruppi omogenei per età rispettando i parametri di cui al precedente punto 4.

 I centri estivi rivolti sia ai bambini/e che ai ragazzi/e, saranno organizzati dai soggetti gestori partecipanti al presente Avviso rispettando un modello organizzativo che utilizzi in via prioritaria la metodologia dell’Outdoor education cioè spazi aperti ma prossimali ad un luogo chiuso (attrezzato per la fruizione di servizi igienici e come ricovero nei periodi più caldi o di maltempo) per consentire di svolgere attività educative, ludiche e sportive a piccoli gruppi, L’educazione all’aperto si connota come una strategia educativa vasta e versatile basata sulla pedagogia attiva e sull’apprendimento esperienziale assumendo l’ambiente esterno come spazio di formazione dove esperienze e conoscenze sono strettamente correlate, tenendo conto delle esigenze anche e soprattutto dei minori diversamente abili a cui vanno rivolte specifiche strategie di intervento con finalità inclusive.

6- MODELLO ORGANIZZATIVO

Tutte le attività devono essere organizzate e realizzate secondo apposito progetto organizzativo e gestionale che dovrà rispettare le prescrizioni e i contenuti previsti dalle disposizioni normative in materia di sicurezza, anche sanitaria, vigenti, con gli standard, il rapporto operatore/utenti, la modulistica e l’osservanza delle misure di sicurezza ivi indicate.

Si intende che il progetto di attività sia elaborato dal gestore ricomprendendo la relativa assunzione di responsabilità, condivisa con le famiglie, nei confronti dei bambini e degli adolescenti accolti. In particolare, il soggetto organizzatore dovrà disporre e rendere pubblico e accessibile alle famiglie un progetto educativo e di organizzazione del servizio e contenere in maniera dettagliata le finalità, le attività, l’organizzazione degli spazi, l’articolazione della giornata, il personale utilizzato (orari e turnazioni) come di seguito specificato:

-Divisione dei gruppi per fasce di età.

-II progetto dovrà indicare il numero e l’età dei bambini e degli adolescenti accolti nel rispetto del rapporto con lo spazio disponibile secondo le disposizioni vigenti in materia.

-Gli spazi destinati allo svolgimento delle attività devono essere delimitati fisicamente con l’individuazione del numero massimo di bambini che possono essere contemporaneamente presenti nello stesso posto dove si svolgono le attività.

-II rapporto numerico minima fra operatori, bambini e adolescenti sarà graduato in relazione all’età dei bambini e adolescenti stessi.

-I tempi della giornata indicando in maniera puntuale i tempi di svolgimento delle attività e il loro programma giornaliero mediante un prospetto che espliciti con chiarezza le diverse situazioni e le attività che verranno organizzate.

– eventuali interventi extra/opzionali per cui è richiesta la compartecipazione delle famiglie.

E’ prevista la frequenza corta mattina o pomeriggio (a scelta della famiglia): da 3 ai 17 anni: es. 8.00-13.00 oppure 15.00-20.00.

E comunque possibile un’organizzazione oraria dei due turni sensibilmente diversa in base alle specifiche attività proposte, purchè sia sostanzialmente mantenuta la divisione in due moduli (mattina e pomeriggio).

E’ possibile una frequenza con orario continuato a condizione che sia disciplinato il momento del pasto.

-L’ambiente esterno:

II progetto dovrà individuare gli ambienti e gli spazi utilizzati e la loro organizzazione funzionale anche attraverso l’utilizzo di una piantina nella quale i diversi ambiti funzionali (come ad esempio accessi, aree gioco, aree di servizio …) siano rappresentati in modo chiaro.

Per le attività educative si svolgeranno preferibilmente in aree esterne quali giardini delle scuole, parchi, giardini pubblici, impianti sportivi e piazze, per cui l’utilizzo di ambienti interni e da considerarsi residuale. Tutte le attività dovranno essere svolte mantenendo il piccolo gruppo.

-L’ambiente interno:

i locali, per lo svolgimento delle attività sono costituiti da:

I)    immobili già in disponibilità dell’organizzatore (proprietà/ possesso/ concessione)

2)         Locali dei plessi scolastici, ove disponibili;

3)         Impianti sportivi del territorio e altri locali messi a disposizione da associazioni o enti o privati che l’organizzatore potrà utilizzare previo pagamento di tariffa/canone al proprietario/gestore.

E’ altresì richiesta una pulizia e sanificazione di tali locali e in particolare dei servizi igienici conformemente alle norme attualmente vigenti in materia di sicurezza.

In caso di utilizzo di ambienti interni per le attività, dovranno essere predisposte idonee postazioni per ogni bambino.

-Personale impiegato

II progetto dovrà indicare l’elenco del personale impiegato (nel rispetto del prescritto rapporto numerico sopra indicato) e individuare una figura di coordinamento educativo e organizzativo del gruppo degli operatori.

Tutto il personale operante dovrà avere una formazione adeguata relativamente ai bambini/e ragazzi/e diversamente abili.

Tutto il personale operante dovrà essere formato sui temi della prevenzione secondo la normativa attualmente in vigore nonchè per gli aspetti di utilizzo dei dispositivi di prevenzione individuale e delle misure di igiene e sanificazione.

-II Pasto

Ove l’organizzatore intenda prevedere il pasto, dovrà organizzarlo predisponendo uno specifico protocollo di sicurezza nel rispetto della normativa vigente.

7-         IMPEGNI DEI SOGGETTI GESTORI

NELLA DOMANDA IL GESTORE DELLE ATTIVITA’ DICHIARA

a)         Di attivare adeguata copertura assicurativa, per i minori iscritti, per il personale e per responsabilità civile verso terzi;

b)         Di essere in regola con gli obblighi di cui all’art. 25-bis del D.P.R.14/11/2002, così come modificato dall’art. 2 del D.lgs.4 marzo 2014, n. 39;

c)         Di retribuire il personale coinvolto in conformità alle previsioni della vigente normativa;

d)        Di servirsi per le attività, di strutture conformi alle vigenti normative in materia di igiene e sanità, prevenzione degli incendi, sicurezza degli impianti ed accessibilità;

e)         Di utilizzare personale in regola con gli obblighi di formazione sulla sicurezza;

f)         Di garantire il rispetto delle normative vigenti sulle attività rivolte ai minori, in particolare quelle relative alla riservatezza ed alla gestione dei dati sensibili ed alla privacy;

g)         Di provvedere alla tenuta di un registro su cui annotare le presenze giornaliere dei minori e degli adulti da trasmettere al Comune di Forio a conclusione delle attività;

h)         Di garantire l’apertura, la chiusura, la sorveglianza, la custodia, l’adeguata pulizia e sanificazione degli ambienti utilizzati per le attività;

i)          Di impegnarsi a realizzare attività finalizzate a favorire l’inclusione e l’integrazione sociale;

j)          Se presente il servizio mensa, il rispetto della normativa vigente e la previsione, su richiesta delle famiglie, di diete speciali per esigenze cliniche documentate ovvero etnico-culturali-religiose, predisponendo specifico protocollo di sicurezza nel rispetto della normativa vigente;

II soggetto gestore e l’unico responsabile della gestione dei Centri estivi e delle attività ivi svolte. Dovrà essere predisposto apposito Protocollo di Sicurezza delle attività, sottoscritto dal proprio Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione.

Ogni responsabilità per danni che, in relazione all’espletamento delle attività o per cause ad esse connesse, derivino al Comune, a persone od a cose e, senza riserve ed eccezioni, a totale carico del Soggetto gestore. II Soggetto gestore e obbligato a farsi carico di ogni responsabilità civile e penale derivante da “culpa in vigilando”  degli operatori nel rapporto con gli utenti loro affidati.

Il Comune sarà, pertanto, sollevato da ogni e qualsiasi responsabilità che dovesse eventualmente derivare, nell’espletamento delle attività, per danni, infortuni, incidenti o simili causati a case e/o terzi.

I soggetti gestori dei centri Estivi  dovranno inserire nel materiale pubblicitario e nelle altre forme di diffusione del centro estivo un’apposita informazione, con la quale viene reso noto che lo stesso viene svolto anche con il contributo economico assegnato al Comune di Forio dal Dipartimento per le politiche della famiglia;

8-         PROGETTO EDUCATIVO LUDICO RICREATIVO

I soggetti interessati a partecipare al presente Avviso, dovranno presentare una proposta progettuale in grado di fornire, nell’ottica di un sistema formativo integrato, un’offerta che tenga conto delle peculiarità psicologiche dei bambini e ragazzi favorendo l’inclusione e l’integrazione sociale, attraverso una proposta articolata e, al tempo stesso omogenea e coerente, di alto profilo qualitativo e con carattere significativo;

II progetto dovrà riguardare un arco temporale ricompreso tra le 4 / 8 settimane. In uno al progetto dovranno essere presentati, tra le altre cose, uno o più moduli di descrizione delle attività contenenti le seguenti indicazioni:

•          Titolo

•          Possibile sede/i delle attività;

•          Età degli utenti destinatari;

•          Calendario generale delle attività;

•          Orario;

•          Possibilità di frequenza;

•          Recapiti per informazioni e prenotazioni;

•          Numero di posti disponibili

9-         IMPEGNI DEL COMUNE

II Comune, nei confronti dei soggetti partecipanti alla presente procedura, si impegna a:

  • promuovere le attività dei soggetti che in base alla validità del progetto proposto che sarà valutata dagli uffici competenti, saranno iscritti nell’elenco dei gestori dei centri estivi, disponibili ad accettare i Buoni di servizio, sul proprio sito istituzionale,

 l’importo settimanale stabilito per i Buoni servizi (voucher) per la frequenza del centro estivo da assegnare alle famiglie è stimato in un massimo € 120,00 a bambino ed € 200,00 per la partecipazione di bambini con particolari disabilità certificate (L. 104/92 art. 3 c. 3);

  • o sottoscrivere apposita convenzione con gli Enti del Terzo Settore che manifesteranno il proprio interesse a partecipare ad una procedura di co-progettazione ai sensi del comma 3 dell’art. 55 del D.lgs 3 luglio 2017 n. 117 per l’organizzazione, anche in collaborazione con i soggetti pubblici del territorio (es. Istituzioni scolastiche) delle attività e dello svolgimento dei predetti centri o di servizi socioeducativi territoriali e centri con funzione educativa e ricreativa per i minori durante il periodo estivo e secondo l’arco temporale riconosciuto dal Ministero ovvero entro il 31.12.2023 e a trasferire parte delle risorse calcolando una quota di iscrizione proporzionale al numero degli iscritti settimanali, nel rispetto numerico educatore/bambino, stimata sulla base della quota stabilita per i voucher di servizio;
  • promuovere la frequenza delle attività estive da parte di minori appartenenti alle famiglie più in difficoltà in seguito alla pubblicazione di apposito Avviso per l’assegnazione di buoni servizio/l’iscrizione presso i centri attivati in seguito a procedura di coprogettazione;

A tal uopo il Comune si impegna ad attivare la procedura per l’assegnazione di Buoni servizio per la frequenza dei Centri Estivi o per le iscrizioni presso i centri educativi-ricreativi che saranno oggetto di co-progettazione che sarà disciplinata con apposita convenzione, rivolta alle famiglie residenti nel territorio del Comune di Forio prevedendo l’accesso prioritario per le famiglie più vulnerabili e bisognose che saranno selezionate dietro presentazione della certificazione ISEE in corso di validità del nucleo familiare rientrante nelle seguenti due fasce:

• Fascia 1 – ISEE da € 0 a € 12.000,00 (prioritaria)

• Fascia 2 – ISEE da € 12.000,01 a € 31.879,50 (Dopo la copertura totale del fabbisogno riferito alla Fascia 1, le risorse residue, se disponibili, saranno destinate anche alla copertura del fabbisogno dei richiedenti con ISEE rientrante nella seconda fascia di reddito Fascia 2).

10.       SELEZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE AI CENTRI ESTIVI

Le domande di partecipazione saranno gestite direttamente dal IX Settore mediante assegnazione di un voucher alle famiglie che ne faranno richiesta in seguito alla pubblicazione di apposito Avviso, o mediante la richiesta di iscrizione al centro estivo oggetto di coprogettazione, nelle quali indicheranno la preferenza per l’ente gestore tra quelli selezionati con la presente procedura mediante apposita istruttoria di merito.

11-       PROCEDURA PER L’ISCRIZIONE

I soggetti interessati devono far pervenire apposita istanza (compilata come da fac-simile – All. A) entro e non oltre il 24.07.2023 alle ore 12,00 (fa fede il timbro dell’ufficio protocollo del Comune Forio/ data invio pec). La domanda di partecipazione dovrà essere indirizzata al Responsabile del IX Settore e dovrà indicare la preferenza per l’iscrizione nell’elenco dei centri estivi disponibili ad accettare i voucher di servizio o per la sottoscrizione di accordo di co-progettazione e successiva convenzione.

Le domande che nell’oggetto dovranno obbligatoriamente riportare, a pena di esclusione, la seguente dicitura: ” AVVISO PUBBLICO RIVOLTO A ENTI PUBBLICI E PRIVATI CHE INTENDONO REALIZZARE ATTIVITÀ PREVISTE DALL’ ART. 42 DEL DECRETO-LEGGE N. 48 DEL 04.05.2023 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I E RAGAZZE/I, DAI 3 AI 17 ANNI,  DISPONIBILI ALL’ISCRIZIONE NELL’ELENCO DEI CENTRI ESTIVI DISPONIBILI AD ACCETTARE I BUONI SERVIZIO O ALLA SOTTOSCRIZIONE DI ACCORDO DI CO-PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA’ EDUCATIVE E RICREATIVE”,

potranno essere consegnate:

1) a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Forio (NA), sito in Via G. Genovino n. 9 con l’allegata fotocopia del documento di riconoscimento “.

2) a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo protocollo@pec.comune.forio.na.it.  (in tal caso saranno ammesse le istanze pervenute alla casella di pasta certificata dall’Ente. solo se spedite da una casella certificata PEC);

Alla domanda dovranno essere allegate a pena di esclusione:

•          Scheda di presentazione del soggetto dalla quale risultino le attività svolte nell’area educativa, socio culturale, ricreativa, sportiva e le esperienze maturate negli ultimi anni;

•          Progetto educativo estivo con relativo piano finanziario specificando il costo settimanale tenendo presente che l’importo del singolo voucher sarà massimo di 120 € per ogni bambino/200 € per minori diversamente abili (L. 104/92 art. 3 c. 3) calcolato su base settimanale per cinque ore di frequenza per sei giorni a settimana e l’importo delle risorse che il Comune si impegna a trasferire in caso di co-progettazione, da definire in una fase successiva, avrà come riferimento una quota di iscrizione proporzionale al numero degli iscritti settimanali, nel rispetto numerico educatore/bambino, calcolato sulla base della quota stabilita per i voucher di servizio {max. 10 pagine carattere calibri 11- interlinea 1);

          copia carta identità del Legale Rappresentante, in corso di validità.

•          (se il soggetto proponente è un’Associazione) copia, autocertificata conforme all’originale, dell’Atto Costitutivo e/o dello Statuto, dalla quale si evinca che questa persegue finalità sociali, culturali, assistenziali, religiose o sportive a favore dei minori.

12-       ISTRUTTORIA E VALUTAZIONE DELLE DOMANDE DEI SOGGETTI GESTORI

Il personale afferente al IX Settore , in collaborazione con il servizio sociale professionale e ove necessario con la collaborazione dell’Ufficio Tecnico comunale, vaglierà le richieste pervenute entro il termine stabilito e procederà a formare un elenco dei soggetti ammessi sia per l’iscrizione negli elenchi dei gestori dei centri estivi disponibili ad accettare i buoni servizio sia dei soggetti del Terzo Settore disponibili alla co-progettazione per cui si procederà alla stipula di apposita convenzione, individuando il numero massimo di beneficiari per ogni struttura secondo la disponibilità dichiarata in fase di candidatura ed in base alle risorse disponibili;

II Comune si riserva di disporre una riapertura dei termini, con eventuali modifiche de/le caratteristiche richieste.

Nel caso in cui più soggetti dovessero indicare l’utilizzo di una stessa struttura sarà compito loro coordinarsi per usufruire della struttura.

Nel caso in cui non dovessero arrivare i finanziamenti stanziati con fondi di cui al ART. 42 DEL DECRETO-LEGGE N. 48 DEL 04.05.2023 la presente procedura s’intenderà annullata o verrà riformulata.

-La valutazione delle domande e l’attribuzione del contributo finanziario è rimessa al IX settore in collaborazione con il servizio sociale professionale che al riguardo utilizzerà i seguenti criteri:

  • validità del progetto presentato, conformità delle azioni proposte alle finalità della normativa in questione, entità degli oneri finanziari richiesti per la sua realizzazione e loro congruità rispetto alle attività da realizzare;
  • numero degli utenti coinvolti;
  • durata prevista del progetto;
  • durata giornaliera delle attività di progetto;
  • adeguatezza degli interventi, e relativi costi, anche inerenti le misure di sicurezza da attuare;
  • eventuale presenza di forme di cofinanziamento;
  • elementi migliorativi offerti.

L’eventuale incompletezza degli allegati sarà verificata ed, a seconda del caso, si procederà a richiedere ed acquisire le integrazioni necessarie o ad escludere la domanda.

La entità del contributo finanziario, da riconoscere, per le causali innanzi indicate, è correlata alle risorse effettivamente disponibili ed ai riparti che saranno individuati dal servizio sociale professionale sulla base delle valutazioni effettuate per ciascuna proposta progettuale ritenuta valida.

13-       INFORMATIVA SULLA PRIVACY

II Comune di Forio dichiara che, in esecuzione degli obblighi imposti dal Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali, relativamente al presente procedimento, potrà trattare i dati personali dei partecipanti al presente procedimento sia in formato cartaceo che elettronico, per il conseguimento di finalità di natura pubblicistica ed istituzionale, precontrattuale e contrattuale e per i connessi eventuali obblighi di legge. II trattamento dei dati avverrà ad opera di soggetti impegnati alla riservatezza, con logiche correlate alle finalità e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la protezione dei dati. In qualsiasi memento e possibile esercitare i diritti di cui agli artt. 15 e 55. del Regolamento UE 679/2016. II Titolare del trattamento è il Comune di Forio.

14-       ESITI DELLA PROCEDURA

Gli esiti della procedura saranno pubblicati sul sito web comunale.

15-       INFORMAZIONI

E’ possibile richiedere informazioni inerenti il presente avviso al seguente numero tel. 081.3332935/73.

17-       RESPONSABILE PROCEDIMENTO

II Responsabile unico del procedimento è la Resp. IX Settore, dott.ssa Schioppa Filomena. Telefono: 081/3332935 mail servizisociali@comune.forio.na.it

Il Comune si riserva, al fine di assicurare l’attuazione degli obblighi di trasparenza, di pubblicare sul sito istituzionale le informazioni e i dati relativi alle proposte che hanno usufruito di contributi, nei termini previsti dalla vigente normativa.

In ogni caso la erogazione del contributo concesso dal Comune al richiedente potrà essere effettuato soltanto dopo la conclusione e rendicontazione delle attività realizzate dal soggetto gestore.

In ragione della citata fonte di finanziamento va precisato che l’effettiva assegnazione ed erogazione dei contributi in favore delle istanze ammesse e nei limiti riconosciuti, sarà condizionato all’ammontare delle risorse assegnate e pertanto non può sussistere certezza della concessione del contributo in loro favore a prescindere dagli esiti istruttori effettuati dagli uffici comunali.

Forio, 12.07.2023

          Il Responsabile IX Settore

                                                 Dott.ssa Filomena Schioppa

gli avvisi e la modulistica sono scaricabili qui:

Avvisi: 1 2

Modulistica: 3 4

AVVISO PUBBLICO RIVOLTO A ENTI PUBBLICI E PRIVATI CHE INTENDONO REALIZZARE ATTIVITA PREVISTE DALL’ ART. 42 DEL DECRETO-LEGGE N. 48 DEL 04.05.2023 ORGANIZZAZIONE EGESTIONE DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I ERAGAZZE/I, DAI 3Al 17 ANNI. Delibera di G.M. n. 108 del 05.07.2023 (Determinazione n. 993 del 12.07.2023)

Ultimi articoli

Albo Pretorio 13 Giugno 2024

AVVISO DI PROCEDURE FINALIZZATE AL CONFERIMENTO DI N.2 INCARICHI A TEMPO DETERMINATO E PART TIME

Pubblicazione N. 1508/2024 AVVISO DI PROCEDURE FINALIZZATE AL CONFERIMENTO AI SENSI DELL’ART.

Amministrazione trasparente 10 Giugno 2024

Esito elezioni Europee 2024

Europee 2024 In allegato i file con l’esito delle elezioni Europee svolte nei giorni 8 e 9 giugno 2024 con dettaglio, per ogni lista, dei voti ottenuti per singola sezione.

torna all'inizio del contenuto